Prof. Roberto Bartalini

 

 

        Nato a Firenze il 26 marzo 1962. Studi universitari a Siena, Facoltą di Lettere e Filosofia, e laurea in Storia dell'arte medievale nel 1986. Dottorato di ricerca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa (1988-91). Dal luglio 1992 ricercatore presso l'Universitą di Siena. Professore affidatario di Sociologia dell'arte e Storia della critica d'arte alla Scuola di Specializzazione in Archeologia e Storia dell'arte dell'Universitą di Siena (1994-96). Professore supplente di Storia della critica d'arte presso la Facoltą di Lettere e Filosofia dell'Universitą di Siena (1996-2001). Dal 2001 professore associato di Storia dell'arte medievale.

        Conferenze e partecipazione a convegni presso il Courtauld Institute of Art, Londra; l'École du Louvre, Parigi; l'Istituto Universitario 'Suor Orsola Benincasa', Napoli; l'Universitą degli Studi di Padova; la Scuola Normale Superiore di Pisa; l'Universitą degli Studi di Torino.

        Membro del comitato di redazione di Prospettiva. Rivista di storia dell'arte antica e moderna; e de La Diana. Annuario della Scuola di Specializzazione in Archeologia e Storia dell'arte dell'Universitą di Siena. Ispettore onorario della Soprintendenza per i beni artistici e storici di Siena.

        Ambiti di ricerca: scultura, pittura, committenza, letteratura artistica in Italia centrale tra Tre e Cinquecento (specialmente a Siena, Firenze e Roma).


        Pubblicazioni 1995-2001

· Siena medicea: l'accademia di Ippolito Agostini, in «Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa. Classe di Lettere e Filosofia», serie III, XXV, 1995, pp. 1475-1530.
· Giovanni d'Agostino, in Enciclopedia dell'arte medievale, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, vol. VI, Roma 1995, pp. 695-698.
· Maso, la cronologia della cappella Bardi di Vernio e il giovane Orcagna, in «Prospettiva», 77, gennaio 1995, pp. 16-35.
· I Tarlati, il 'Maestro del Vescovado' e la pittura aretina della prima metą del Trecento, in «Prospettiva», 83-84, luglio-ottobre 1996, pp. 30-55.
· Goro di Gregorio, in Enciclopedia dell'arte medievale, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, vol. VII, Roma 1996, pp. 27-29.
· Andrea Sansovino, ne L'officina della maniera. Varietą e fierezza nell'arte fiorentina del Cinquecento fra le due Repubbliche, 1494-1530, a cura di A. Cecchi ed A. Natali, catalogo della mostra (Firenze, Galleria degli Uffizi, 28 settembre 1996-6 gennaio 1997), Venezia 1996, pp. 164-165.
· L'Ariosto, Filolauro da Cave e alcuni artisti, in Ad Alessandro Conti (1946-1994), a cura di F. Caglioti, M. Fileti Mazza e U. Parrini, Scuola Normale Superiore di Pisa, Pisa 1996, pp. 133-145.
· Le occasioni del Sodoma. Dalla Milano di Leonardo alla Roma di Raffaello, Roma 1996.
· Sodoma a Palazzo Chigi, in Scritti per l'Istituto Germanico di Storia dell'Arte di Firenze, a cura di C. Acidini Luchinat, L. Bellosi, M. Boskovits, P.P. Donati e B. Santi, Firenze 1997, pp. 233-238.
· Su Alessandro Casolani e ancora sull'"accademia" di Ippolito Agostini, in «Prospettiva», 87-88, luglio-ottobre 1997, pp. 146-156.
· Paolo Giovio, Francesco Salviati, il Museo degli uomini illustri, in «Prospettiva», 91-92, luglio-ottobre 1998, pp. 186-196.
· "Et in carne mea videbo Deum meum": Maso di Banco, la cappella dei Confessori e la committenza dei Bardi, in «Prospettiva», 98-99, aprile-luglio 2000, pp. 58-103.
· Una nuova opera di Giovanni Pisano: il 'San Pietro' di Gallico, in «Prospettiva», 100, ottobre 2000, pp. 36-43.
· Tino di Camaino e il gruppo scultoreo del portale nord del Battistero di Firenze, in Opere e giorni. Studi […] dedicati a Max Seidel, a cura di K. Bergdolt e G. Bonsanti, Venezia 2001, pp. 135-146.
· Sodoma, the Chigi and the Vatican Stanze, in «The Burlington Magazine», CXLIII, 2001, pp. 244-253.
· Sodoma, il soffitto di Palazzo Chigi e i volgarizzamenti di Ovidio, in Per Sylvie Béguin. Scritti di storia dell'arte, a cura di M. Di Giampaolo ed E. Saccomanni, Napoli 2001, pp. 157-165.

 

    0577-233654

     bartalini (at) unisi.it

 

INDIETRO