Prof.ssa Bernardina Sani

 

        Bernardina Sani Ŕ professore ordinario di Storia dell'arte moderna. Laureata in Lettere nella FacoltÓ di Lettere di Firenze con una tesi su Giacomo Balla, si Ŕ presto dedicata allo studio di riviste, carteggi, fonti riguardanti le arti dal Cinquecento al primo novecento. Ha compiuto ricerche sull'arte del ritratto a pastello nel Settecento e sui disegni a tre matite del Seicento. Attualmente si occupa di problemi di arte senese del Cinquecento e del Seicento collaborando con il Provenance Index del Getty Institute of Research per un progetto sul collezionismo a Siena. Fa parte di un progetto nazionale per la costituzione di un archivio dei restauratori coordinato dall' UniversitÓ della Sapienza di Roma e dalla Fondazione Secco Suardo di Bergamo, curando una banca dati sui restauratori che hanno lavorato nel territorio senese.

    Ha insegnato Storia della critica d'arte nel Corso di laurea in lettere e nella Scuola di Specializzazione in Storia dell'Arte, attualmente insegna Storia dell'Arte Moderna nel corso triennale di Scienze dei Beni storico-artistici e Storia della critica d'arte nella laurea specialistica in Storia dell'Arte. Fa parte del Comitato scientifico della rivista 'La Diana' .

    Tra i suoi studi: Le vrai et le faux dans l'oeuvre de Bastianini, 'La Revue de l'art', 21, 1973, pp. 102-107; Rosalba Carriera. Lettere, Diari, Frammenti, Firenze 1985; La 'furia francese'di Rosalba Carriera. Ses rapports avec Watteau et les artistes franšais in Antoine Watteau, le peintre, son temps et sa lÚgende, Paris, 1987, pp. 73-84; Rosalba Carriera, Torino 1988; Siena tra Purismo e Liberty, catalogo della mostra, Siena 1988, pp. 15-24, 76-80, 91-96, 119-121; Un episodio del Barocco a Siena: Ercole Ferrata nella Cappella del Taja in San Vigilio, in "Nuovi Studi",4, 1997, pp. 183-191; G. Chelazzi Dini, A. Angelini, B. Sani, Pittura senese, Milano 1997. La fatica virtuosa di Ottavio Leoni, Torino 2005.

 

 

0577-233662

 

 

0577-233687
 

sani (at) unisi.it

 

INDIETRO